245

CARTA DA PARATI | Quando è di qualità

CARTA DA PARATI | INGRESSO E CORRIDOI

La carta da parati in cucina, in camera da letto, nel salotto è molto arredativa, per cui perchè non pensare di arredare anche le superfici dell'ingresso e del corridoio.

L'ingresso è il primo vano che si incontra entrando, una zona di accoglienza, accesso agli altri ambienti, come anche il corridio, che  è il passaggio che collega le varie aree. Rendere questi due servizi, più accattvanti e piacevoli è semplice, con l'aiuto della carta da parati.

 

LA CARTA DA PARATI NELL'INGRESSO E NEL CORRIDOIO

La carta da parati per l'ingresso deve essere scelta sostanzialmente in armonia con l'atmosfera dell'appartamento. Normalmente meglio scegliere piccoli disegni, pattern e geometrici con colori chiari, a meno che non si tratti di un ingresso molto grande, allora si può osare molto di più.  Stessa impostazione anche per il corridoio, dove è meglio scegliere una carta da parati ripetitiva, soprattutto se si hanno molte porte d'accesso alle stanze.  Ottime sono tutte le carte da parati con piccoli disegni, tinte unite strutturate, effetti muro invecchiato, effetti tessuto e anche lo stile country se vi piace il botanico.

Per gli ingressi e i corridoi meglio scegliere carte da parati viniliche, lavabili e con una grammatura abbastanza sostenuta, minimo da 280 gr\mq.  con supporto in TNT oppure in carta a base cellulosa.

carta da parati ingresso 1

 

UN VANO PIU' ACCOGLIENTE

Una casa decorata è molto più calda ed accogliente di un ambiente spoglio. Il decoro rende più ricco e piacevole l'arredamento. per cui anche il corridoio e l'ingresso, che sono i vani più trafficati, hanno diritto d'avere importanza e fascino.

La carta da parati infatti è nata  per essere utilizzata in ogni ambiente, non solo in camera da letto e in salotto, può arredare le superfici di tutto l'edificio, compresa cucina e bagno. L'importante è che sia di qualità.

Un’opzione valida per dare vita agli ambienti con la carta da parati è di realizzare decori integrati e coordinati. Cioè scegliere più carte da parati per arredare le superfici di ogni stanza, con una continuità di design. La scelta non è così diffiicile,  se ci si lascia guidare da un professionista, in ogni caso le collezioni vengono in aiuto, perchè sono pensate proprio per questo.

 

 

GEOMETRICHE E BOTANICHE

I muri decorati con la carta da parati colpiscono. Se siete amanti delle strutture,  la carta da parati geometrica vi darà un senso di soddisfazione. La carta da parati geometrica emana armonia e logica, con un senso d'eleganza evergreen.

carta da parati geometrica - Nanni Giancarlo

carta da parati geometrica - Nanni Giancarlo

 

 Le carte da parati botaniche o floreali, ispirate alla natura, sono più romantiche. Vanno molto bene per l'ingresso, si in temi grandi che piccoli. Per il corridoio meglio sceglierle in toni chiari e caldi e con pattern piccoli. Lasciarsi trasportare dal romanticismo dello stile classico con gligli e piccoe roselline, oppure farsi cullare dai sensi con qualcosa di sobrio e delicato, come le foglie?  In ogni caso il corridoio botanico sarà una piccola oasi di pace e benessere.

carta da parati gigli classici - Nanni Giancarlo

carta da parati con foglie - Nanni Giancarlo

 

La scelta di arredare con la carta da parati non è solo una decisione su quale stile utilizzare, non è solo questione di decidere quale soggetto scegliere...

Quando si tratta di scegliere il rivestimento per le pareti, il design è importante, ma anche la qualità non dovrebbe essere un argomento da meno.  Quando si parla di carta da parati di qualità, non si intende solo bella da vedere... tutti gli elementi di cui è costituita concorrono a formare un rivestimento in grado di resistere nel tempo.   Il sottofondo, il tipo si stampa, gli inchiosti utilizzati. La carta da parati  ha anche i suoi simboli, che aiutano a identificarne le caratteristiche.

i simboli della carta da parati - Nanni Giancarlo

Anche la compattezza e il peso del sottofondo (la grammatura), influiscono sulla stabilità e la robustezza dell'insieme. Il sottofondo inolte, ha una diretta influenza anche sulla facilità di montaggio. Per quanto riguarda la superficie, quella più richiesta è la vinilica.  La CARTA DA PARATI | Vinilica è la più richiesta perchè è facile la pulire e anche da smacchiare, per cui  la più adatta per ingressi e corridoi, ma è una ottima anche per cucine e bagni.
 
La  carta da parati non è solo un elemento d'arredo, è anche un rivestimento, che va oltre il concetto di decoro e si esprime in una infinità di materiali e prodotti.   La vera carta da parati ha una storia molto antica, che nel passare dei secoli si è attualizzata e che oggi ha una infinità di espressioni.
 
 
CON STAMPA DIGITALE  OPPURE  TRADIZIONALE ?
Le tecniche di stampa più utilizzate per la carta da parati sono due; a stampa digitale, che attualmente è la più pubblicizzata, e a stampa classica meccanica, indipendentemente dal tipo di supporto su cui viene realizzata. 
  • La stampa digitale permette di sviluppare grandi soggetti su dimensioni e immagini pesonalizzate.
  • La stampa tradizionale meccanica, permette di realizzare un prodotto che si può sviluppare all'infinito, essendo ripetitivo. Inoltre permette lavorazioni in rilievo o goffrature.
 
LA CARTA DA PARATI COPRENTE
La carta da parati può essere liscia, ma anche avere una struttura. La più utilizzata è il tipo canvas o tela di sacco, ma esistono strutture molto più complesse e goffrature in rilievo. Più  la carta da parati ha movimento e maggiore è la sua capacità di copertura. Quindi, può essere utile per nascondere delle piccole irregolarità della parete,  un brutto intonaco,  le riprese per le  tagliole o altre imperfezioni che si desidera nascondere, per creare un aspetto più omogeneo nelle pareti. 
 
 
LA CARTA DA PARATI DI QUALITA' DURA MOLTO A LUNGO
 
Una carta da parati (di qualità) dura molto a lungo. Di fatto una carta da parati di qualità, se non viene danneggiata volontariamente, è capace di durare per moltissimi anni e spesso si cambia per dare un nuovo vestito alle pareti, più che per necessità.
88496 emissioni small
La certificazione sulla qualità dell'aria interna è già in vigore in molti Paesi dell'Europa, ma non lo è ancora in Italia. Questa certificazione viene rilasciata dopo aver eseguito dei test per verificare che il prodotto  non rilascia sostanze volatili (VOC o COV) nell'aria. E' una certificazione ancora poco trattata perchè l'argomento è scarsamente conosciuto. Inoltre la qualità dell'aria non si può vedere, le sostanze volatili sono aeree e trasparenti, sono allo stato gassoso e non percepibili dall'occhio umano, ma dai nostri polmoni e dall'organismo sono perfettamente avvertite e danno luogo a problematiche di salute.   
 
 
 
IL COLORE DELLA CARTA DA PARATI
La scelta del colore è fondamentale per armonizzare. Un colore sbagliato altera l'armonia e anche l'arredamento di un ambiente, un colore giusto può invece valorizzare e dare risalto a tutto l'insieme. I toni dei verdi, degli azzurri, il pavone chiaro, il turchese, l'avorio e il salmone sono particolarmente rilassanti. I toni del rosso e del giallo sono energizzanti.  Si possono comunque coordinare le carte da parati anche in diverse tonalità per mettere in evidenza una parete o un angolo. E' possibile giocare con vari abbinamenti per movimentare l'ambiente e personalizzarlo. Creare abbinamenti anche senza avere una grande  esperienza nel campo dell'architettura e del design d'interni è piuttosto facile, perchè attualmente quasi tutte le collezioni in carta da parati offrono già molti suggerimenti.
 
  
 
 
 
CONTINUA A LEGGERE:  CARTA DA PARATI | Cos'è?
 
 
 
 
 
carta da parati collezioni catalogo
 

 
 

Tags: CARTA DA PARATI, TAPPEZZERIA MURALE, IDEE PARETI

Stampa