RIVESTIRE IL PAVIMENTO ESISTENTE | SENZA TOGLIERE IL VECCHIO

Rivestire pavimento esistente è possibile? Si certamente lo è, spesso anche senza dover togliere nulla. Vediamo come...
 
Rinnovare il pavimento senza sostituirlo è sicuramente  una soluzione molto più veloce ed economica rispetto all'alternativa di demolire e rifarlo da capo.  E' una soluzione ottima soprattutto quando l'appartamento, o il locale dove si vuole rinnovare il pavimento, è utilizzato e\o abitato. L'idea di dover affrontare lo stress dello spostamento dei mobili e della rimozione e demolizione,  a volte può far passare la voglia di realizzare un pavimento nuovo e così si rinuncia.   Non c'è però un vero motivo per farsi frenare  perchè, per avere un bel pavimento nuovo, non è necessario dover smantellare il vecchio.
 
Oggi esistono molti materiali con i quali si può creare una nuova pavimentazione sopra quella esistente. Anzi, coprire i vecchi pavimenti è diventata una soluzione preferita in moltissimi casi, perchè le possibilità sono tante e si evita lo smaltimento. 
 
Per coprire un vecchio pavimento e creare una nuova pavimentazione, bella e accogliente, ci sono varie soluzioni.  I metodi di posa sono sostanzialmente due:
  • ad incollaggio totale e\o parziale
  • in appoggio con posa flottante
 
Prima di procedere alla scelta del pavimento è sicuramente meglio decidere se si preferisce  incollare il nuovo pavimento sopra quello vecchio,oppure appoggiarlo.  Pavimenti incollati o pavimenti in appoggio, sono due sistemi diversi di posa ed entrambe le soluzioni sono valide. 
 
 
 
CON LA COLLA OPPURE SENZA COLLA
Incollare il nuovo pavimento oppure appoggiarlo?  Un bel dilemma!   
Che differenza c'è tra pavimento da incollo e pavimento flottante e quale dei due metodi è il migliore? 
Diciamo subito che non è questione di "metodo migliore", perchè entrambe le soluzioni sono valide. 
 
PAVIMENTI INCOLLATI  per essere posati fanno uso di adesivi, per cui diventano irremovibili cioè, una volta incollati, per toglierli occorre rimuoverlo rompendo e\o staccando. Incollare un pavimento è una soluzione duratura, che si sceglie  quando si è relativamente sicuri che il pavimento che si posa non verrà tolto per molti anni.  Che si tratti di parquet, ceramica, pvc o di altro materiale, il pavimento incollato deve rimanere in  loco a lungo, per molti anni, per cui viene scelto quando è certo che non verrà cambiato facilmente.  
 
PAVIMENTI FLOTTANTI  vengono posati in appoggio. Non devono essere ancorati a nulla, hanno sistemi ad incastro,  che permettono d'essere montarli senza l'utilizzo della colla. I vari elementi che formano un pavimento flottante, vengono assemblati tra loro, ed  è la qualità del sistema ad incastro a rendere  compatta la pavimentazione, per cui il tipo di incastro, nei pavimenti in appoggio, è molto importante.
 
rivestire il vecchio pavimento con la colla o in appoggio
 
 
 
RIFARE IL PAVIMENTO SENZA TOGLIERE IL VECCHIO
Nel caso di una ristrutturazione importante,  demolire non sarebbe un problema.  Spesso nelle ristrutturazioni di una certa rilevanza, i lavori prevedono interventi strutturali,  come il rifacimento degli impianti, lo spostamento di muri,  in questi casi l'idea di smantellare è già messa in preventivo, per cui anche demolire un vecchio pavimento non è visto come un ostacolo.  Inoltre, quando si procede con una ristrutturazione importante i locali sono generalmente vuoti, per cui demolire per poi rifare non è un problema.  Nel caso invece di piccole migliorie o cambi di look, la demolizione, lo smaltimento, fin anche lo spostamento dei mobili,  possono creare disagi e quindi anche un freno alla voglia di rinnovamento.

Quando l'esigenza di cambiare si fa sentire, però non si vuole demolire, quando si avebbe voglia di  rinnovare l'atmosfera con " poca spesa e molta resa",... ecco che i pavimenti flottanti sono la soluzione al problema.   Ricoprire il pavimento vecchio con un pavimento flottante è abbastanza facile, veloce e piuttosto indolore. 

 

idea geniale per cambiare il pavimento

RIFARE PAVIMENTO E USARLO SUBITO

I pavimenti che permettono  di creare una nuova pavimentazione, senza togliere nulla, spesso senza smontare neppure i mobili, ci sono. I pavimenti flottanti infatti permettono di posare il pavimento a pezzi, procedendo da un lato della stanza, per poi procedere passo passo. Piccoli mobili si possono spostare, collocandoli momentaneamente in un'altra stanza e possono essere rimessi a posto anche il giorno stesso, perchè i pavimenti flottanti, una volta posati, sono subito calpestabili. 

Per i grandi armadi guardaroba, che spesso non si ha nessuna voglia di  smontare e spostare, un posatore professionale potrà valutare se è possibile lasciali in loco. Se l'armadio ha una zoccolatura è semplicissimo, perchè l'armadio verrà trattato come un muro, se non è presente,  occorre valutare di volta in volta.  

La scelta di rivestire il pavimento  con un materiale in appoggio, è molto utile  anche nelle case in affitto, dove il pavimento è vecchio, rovinato o semplicemente non piace. Nei locali in affitto l'ostacolo principale è dato quando la proprietà non vuole che il pavimento esistente sia cambiato, oppure quando la proprietà è d'accordo per cambiarlo, ma non vuole contribuire alla spese. In questi casi, pensare ad un pavimento flottante può essere una valida soluzione per mettere d'accordo le due parti.

La stessa soluzione è altrettanto valida per pavimentare locali  ad uso commerciale, come  laboratori, negozi e uffici.   

 

Le soluzioni per realizzare un nuovo pavimento in soprapposizione a quello vecchio sono tante. I materiali che permettono la posa senza colla sono:

lame pavimento laminato 72

  • pavimenti flottanti
  • pavimenti in appoggio
  • pavimenti autobloccanti

Tra i pavimenti flottanti  troviamo i classici parquet prefiniti in legno, i pavimenti in laminato e gli LVT.

 

 

PAVIMENTI DA SOVRAPPORRE A QUELLI ESISTENTI 

La moquette in telo si può incollare oppure posare con nastro biadesivo, se invece è in quadrotta o in listone, è possiible metterla in appoggio.  Realizzare un pavimento nuovo con una moquette in listone o in piastrella è una soluzione veloce e il pavimento in moquette è tra i più confortevoli che esistono.

Tra i pavimenti autobloccanti ci sono le piastrelle con sistemi di aggancio, che però sono pavimenti tecnici più destinati ad ambienti di servizio  o lavorativi, piuttosto che all'arredo degli interni. I pavimenti autobloccanti sono utilizzati maggiormente nelle cantine, nei garage, nelle officine e nei capannoni. 

Tra i pavimenti d'arredo più utilizzati per coprire un vecchio pavimento ci sono:

  • LAMINATO
  • LEGNO
  • PVC - LVT
  • MOQUETTE 

 


25105 spuntofxlPAVIMENTI IN LAMINATO
Hader20
 
La superficie  dei pavimenti in laminato è costituita da una lamina di materiale molto resistente con proprerià antibatteriche, chiamento melamminico o laminato. Lo strato intermedio è in fibra di legno pressata,  chiamata HDF  (acronimo di High Density Fibreboard),  impregnata di resine termoindurenti,  che rendono il pavimento capace di avere una buona resistenza ai colpi.  I decori sono stampati e poi  trattati con una pellicola trasparente chiamata Overlay, che può essere  liscia oppure goffrata e dare un aspetto più o meno realistico al pavimento. I pavimenti in lamianto generalmente imitano il parquet in legno,  e la loro veridicità è data dalla qualità della lavorazione.
 
Pavimenti in laminato come Parkover SRplus sono il risultato delle migliore qualità tecnica unite alle migliori qualità estetiche, per cui tra i pavimenti in laminato di alta gamma, 
quelli più realistici e belli da vedere e con una resistenza che, attualmente è la più alta sul mercato. Parkover SRplus ha la superficie goffrata a registro, con effetto 3D, chiamata anche superficie a poro aperto o sincronizzata.  
 
 
POSA DEI PAVIMENTI IN LAMINATO
Nascono esclusivamente come pavimenti a posa flottante
 
SPESSORI DEI PAVIMENTI IN LAMINATO
Lo spessore più basso è 7 mm. il più alto è 12 mm. il più utilizzato, in quanto è un buon compromesso tra prezzo e qualità è in 8 mm.  ai quali si aggiungono 3 mm. di materassino Tuplex, che è indispensabile per la posa dei pavimenti in laminato.
 
RESISTENZA DEI PAVIMENTI IN LAMINATO
La classe di resistenza dei apvimenti in laminato è riportata semrpe sulla scheda tecnica.   Le classi di resistenza all'abrasione vanno dalla più bassa AC2 (resistenza minima) alla più alta AC6 (massima resistenza).  Si può definire una buona resistenza la classe AC4, ottima AC5, il top AC6. Classi inferiori sono destinate a pavimentazioni provvisorie.  La classe AC1 non viene più utilizzata da tempo.
 
 
guarda   maggiori informazioni su www.parkover.it
 
 
 

25105 spuntofxl PAVIMENTI IN LEGNO PREFINITI
Parquet rovere naturale C Collection - rivestimento pavimento
 
I parquet prefiniti che vengono lavorati in fabbrica e dotati di incastri, per renderli già  pronti per essere posati senza doverli incollare, verniciare e rifinire. Differiscono dai parquet tradizionali per questa loro particolarità. Una volta per fare un pavimento in legno occorreva incollare le tavole o inchiodarle, poi il professionista doveva levigarle e verniciarle in loco, ragione per cui quando si sceglieva un pavimento in legno,  doveva essere per sempre,  perchè la lavorazione era talmente artigianale e lunga, da dover durare per generazioni. Per levigare e riverniciare un pavimento in legno, si crea molta polvere e molti disagi, per cui si attendeva che la casa passasse di mano e  quando si svuotava, si poteva ripristinare il parquet,  di generazione in generazione.  I pavimenti in legno incollati potevano creare problemi di fessurazioni o rigonfiamenti, causati da umidità o movimenti strutturali. Questa è una delle ragioni principali per cui i Paesi nordici hanno cominciato a produrre parquet prefiniti flottanti
 
 
POSA DEI PAVIMENTI PREFINITI FLOTTANTI IN LEGNO
Nascono come pavimenti a posa flottante, ma generalmente è possibile posarli anche incollati o inchiodati.  Esistono anche  parquet prefiniti che nascono appositamente per la posa incollata,  le tavole non sono dotate di incastri, ma hanno tutti i vantaggi d'essere già pronti per il montaggio, levigati e verniciati in fabbrica. 
 
SPESSORI DEI PAVIMENTI IN LEGNO
Gli spessori dei parquet in legno sono mediamente da 13 a 15 mm.  + lo spessore del materassino 3 mm.
RESISTENZA DEI PAVIMENTI IN LEGNO
Certamente la resistenza ai colpi e ai graffi non è una qualità dei pavimenti in legno, però è utile sapere che molto dipende dalla essenza del legno e dalla struttura del parquet.  Doi contro è vero che la caratteristica del parquet è proprio quello d'avere un aria vissuta. Non tutti i legni hanno i medesimi comportamenti, ogni essenza ha un suo carattere e un suo grado di durezza, che è influenzato anche dalla stagionatura e dai trattamenti, quindi è utile conoscere la "storia" del parquet.  Il legno di rovere per esempio ha una buona resistenza e un comportamento molto stabile, ragione per cui è l'essenza che noi preferiamo rispetto ai legni esotici, anche perchè essendo autoctona ha memoria del nostro ambiente e si adatta bene al nostro clima.
 
 
guarda   maggiori informazioni su  www.werolegno.it
 
 

25105 spuntofxl PAVIMENTI IN PVC - LVT
parquet pvc plank Rivestimento pavimenti in legno laminato e pvc
 
Sono pavimenti plastici che possono essere utilizzati sia per essere incollati che posati flottanti.   Comunemente vengono chiamati pavimenti in pvc d'arredo oppure LVT che è l'acronimo di "Luxury Vinyl Tile"  tradotto in italiano sarebbe piastrelle viniliche di lusso.  I decori ad alta definizione vengono curati in modo particolare. Goffrature, superfici a registro, effetti sbiancati o similpietra e similmetallo rendono la pavimentazione in LVT molto piacevole, con un alto potere arredativo.  Un aspetto molto importante è che lo spessore è molto contenuto,  parte da 1,80 mm. fino a 6 mm. per cui è perfetto per coprire un vecchio pavimento senza demonire l'esistente e senza dover fare opere particolari per livellare le quote o segare le porte.   Esistono varie tipologie di LVT, quello da incollare  e quello da posare con incastro, senza l'uso della colla. La differenza tra i due sistemi di posa è che incollato è molto più stabile e con uno spessore molto ridotto (max 2 mm.) per la versione da appoggio lo spessore si alza.
 
 
POSA DEI PAVIMENTI IN  PVC D'ARREDO - LVT
Permettono entrambe le pose, sia flottante che a colla, secondo la tipologia.  Alcuni prodotto come Fusion XL  vengono fabbricati con lo stesso decoro in entrambi i sistemi di posa. Per cui è possibile mantenere lo stesso decoro differenziando se flottante o incollato. Questo è utile per esempio dove si vuole avere il pavimento uguale al rivestimento da parete, nei bagni e negli arredi integrati.
 
SPESSORI DEI PAVIMENTI IN PVC - LVT
Gli spessori  vanno da un minimo di 1,80 mm. fino a 6 mm. circa, secondo la tipologia di posa.
Posa incollata - spessori di 1,80 - 2 mm. + la colla
Posa flottante - spessori da 5 a 6 mm. + materassino sottopavimento da 2 mm. 
 
RESISTENZA DEI PAVIMENTI IN PVC - LVT
I pavimenti in PVC non sono un concetto nuovo, nel settore professionale vengono utilizzati da moltissimo tempo. Fino a pochi anni fa però era ritenuto un pavimento molto tecnico e poco arredativo. Con l'avvento del nuovi LVT i pavimenti vinilici si sono aperti una nicchia anche tra i  pavimenti d'arredo e design, di contro però sono comparsi sul mercato un infinità di proposte, che possono confondere. Per capire il comportamento e  la classe di resistenza di un pavimento in PVC è indispensabile leggere la scheda tecnica, in particolare la classe di utilizzo, il grado di solidità alla luce e la stabilità dimensionale secondo la normativa europea ISO 2399 che non dovebbe essere maggiore di 0,20 % il dato della stabilità dimensionale è  molto importante se il pavimento in PVC viene posato flottante e non incollato.
 
 
guarda   maggiori informazioni su  www.fusionxl.it
 
 
 

25105 spuntofxl MOQUETTE
moquette rivestimento pavimenti in modo veloce e confortevole
 
I pavimenti in moquette non rientrano  nella categoria dei pavimenti flottanti, ma le moquette possono ugualmente essere posate senza essere incollate.  Le moquette sono disponibili in tre versioni: 
  • in telo
  • in quadrotta
  • a listone 
Sono pavimenti tessili, morbidi, silenziosi, incredibilmente confortevoli,  in particolare nelle camere da letto.  I pavimenti tessili hanno una grande proprietà di  isolamento termico e acustico. Una moquette di circa 1 centimetro di spessore,  ha un potere isolante simile ad un pavimento di cemento di 15 cm.  Per questa ragione  la moquette è la pavimentazione che si trova maggiormente negli alberghi di lusso, perché è veramente l'unico pavimento in grado di garantire un alto grado di silenziosità e comfort al calpestio.
 
 
guarda   maggiori informazioni  moquette
 
 
 
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
RISPONDIAMO VELOCEMENTE A RICHIESTE
TECNICHE E COMMERCIALI
 

Forse può interessare leggere anche:
 
 
utilizzi
CONSULTARE IL CATALOGO   PAVIMENTI
 
 
Pin It

Tags: RISTRUTTURARE Interni, IDEE PAVIMENTI, PAVIMENTI IN APPOGGIO, PAVIMENTI DA SOVRAPPORRE

Stampa

logo footer  NANNI GIANCARLO & C.

 Via Loredano Bizzarri 1 a\b
Zona Ind. Bargellino
40012 Calderara di Reno (BO)
TEL. (+39) 051.728832
FAX (+39) 051.727063 
 
P.IVA 01630431201
C.F.   04175810375
2018 © Tutti i diritti riservati 

ORARI


Dal Lunedì al Venerdì:
08.30–12:30 
14.00–18:00
Sabato e Domenica: chiuso
DOMANDE?  email ico INVIATECI UNA E-MAIL
 Rispondiamo velocemente a richieste tecniche e commerciali

MAPPA