113896

RIVESTIRE IL PAVIMENTO ESISTENTE | SENZA TOGLIERE IL VECCHIO

Rivestire pavimento esistente è possibile? Si certamente! Spesso anche senza dover togliere nulla. Vediamo come si può fare pavimento su pavimento...
 
Rinnovare il pavimento senza sostituirlo è sicuramente  una soluzione molto più veloce ed economica rispetto all'alternativa di demolire e rifarlo da capo.  E' una soluzione ottima soprattutto quando l'appartamento, o il locale dove si vuole rinnovare il pavimento, è utilizzato e abitato.
 
L'idea di dover affrontare lo stress dello spostamento dei mobili e della rimozione e demolizione,  a volte può far passare la voglia di realizzare un pavimento nuovo e così si rinuncia.   Non c'è però un vero motivo per farsi frenare  perchè, per avere un bel pavimento nuovo, non è necessario dover smantellare il vecchio. Esistono molte soluzioni per realizzare un nuovo pavimento su pavimento, cioè sopra l'esistente.
 
 
COME E QUANDO REALIZZARE UN PAVIMENTO SU PAVIMENTO
Esistono molti materiali con i quali si può creare una nuova pavimentazione sopra quella esistente. Anzi, coprire i vecchi pavimenti è diventata una soluzione preferita in moltissimi casi, perchè evita di dover fare lunghi e complicati interventi e di dover affrontare demolizione e smaltimento.
 
Per coprire un vecchio pavimento e creare una nuova pavimentazione, bella e accogliente, ci sono tantissime soluzioni e materiali. Negli ultimi decenni il  mercato è andato sempre di più verso queste soluzioni, dando lo spunto per la nascita di nuove pavimentazioni che si appoggiano sopra quelle vecchie.  
 
I metodi di posa sono sostanzialmente due:
  • ad incollaggio totale e\o parziale
  • in appoggio con posa flottante
Pavimenti incollati o pavimenti in appoggio, sono entrambe soluzioni valide, per cui decidere tra i due diventa una scelta soggettiva. In ogni caso, meglio decidere prima  se si preferisce  incollare il nuovo pavimento sopra quello vecchio,oppure appoggiarlo.
 
Sicuramente quelli che stanno avendo più successo sono i pavimenti in appoggio, in particolare nei locali in affitto, dove capita spesso che non si possa incollare il nuovo,  perchè la proprietà non lo desidera. Un'altro motivo del successo dei pavimenti in appoggio è che non sono vincolanti, cioè si possono posare e sostituire facilmente, cambiando il look, questo è un aspetto che è molto apprezzato nel contract, nel design di negozi e locali ad uso rappresentativo, negli hotel.
 
 
 
CON LA COLLA OPPURE SENZA COLLA
Incollare il nuovo pavimento oppure appoggiarlo?  Un bel dilemma!   
Che differenza c'è tra pavimento da incollo e pavimento flottante e quale dei due metodi è il migliore? 
Diciamo subito che non è questione di "metodo migliore", perchè entrambe le soluzioni sono valide. 
 
PAVIMENTI INCOLLATI  per essere posati fanno uso di adesivi, per cui diventano irremovibili cioè, una volta incollati, per toglierli occorre rimuoverlo rompendo e\o staccando. Incollare un pavimento è una soluzione duratura, che si sceglie  quando si è relativamente sicuri che il pavimento che si posa non verrà tolto per molti anni.  Che si tratti di parquet, ceramica, pvc o di altro materiale, il pavimento incollato deve rimanere in  loco a lungo, per molti anni, per cui viene scelto quando è certo che non verrà cambiato facilmente.  
 
PAVIMENTI FLOTTANTI  vengono posati in appoggio. Non devono essere ancorati a nulla, hanno sistemi ad incastro,  che permettono d'essere montarli senza l'utilizzo della colla. I vari elementi che formano un pavimento flottante, vengono assemblati tra loro, ed  è la qualità del sistema ad incastro a rendere  compatta la pavimentazione, per cui il tipo di incastro, nei pavimenti in appoggio, è molto importante.
 
rivestire il vecchio pavimento con la colla o in appoggio - Nanni Giancarlo
 
 
 
RIFARE IL PAVIMENTO SENZA TOGLIERE IL VECCHIO
Nel caso di una ristrutturazione importante,  demolire non sarebbe un problema.  Spesso nelle ristrutturazioni di una certa rilevanza, i lavori prevedono interventi strutturali,  come il rifacimento degli impianti, lo spostamento di muri,  in questi casi l'idea di smantellare è già messa in preventivo, per cui anche demolire un vecchio pavimento non è visto come un ostacolo.  Inoltre, quando si procede con una ristrutturazione importante i locali sono generalmente vuoti, per cui demolire per poi rifare non è un problema.  Nel caso invece di piccole migliorie o cambi di look, la demolizione, lo smaltimento, fin anche lo spostamento dei mobili,  possono creare disagi e quindi anche un freno alla voglia di rinnovamento.

Quando l'esigenza di cambiare si fa sentire, però non si vuole demolire, quando si avebbe voglia di  rinnovare l'atmosfera con " poca spesa e molta resa",... ecco che i pavimenti flottanti sono la soluzione al problema.   Ricoprire il pavimento vecchio con un pavimento flottante è abbastanza facile, veloce e piuttosto indolore. 

 

idea geniale per cambiare il pavimento

RIFARE PAVIMENTO E USARLO SUBITO

I pavimenti che permettono  di creare una nuova pavimentazione, senza togliere nulla, spesso senza smontare neppure i mobili, ci sono. I pavimenti flottanti infatti permettono di posare il pavimento a pezzi, procedendo da un lato della stanza, per poi procedere passo passo. Piccoli mobili si possono spostare, collocandoli momentaneamente in un'altra stanza e possono essere rimessi a posto anche il giorno stesso, perchè i pavimenti flottanti, una volta posati, sono subito calpestabili. 

Per i grandi armadi guardaroba, che spesso non si ha nessuna voglia di  smontare e spostare, un posatore professionale potrà valutare se è possibile lasciali in loco. Se l'armadio ha una zoccolatura è semplicissimo, perchè l'armadio verrà trattato come un muro, se non è presente,  occorre valutare di volta in volta.  

La scelta di rivestire il pavimento  con un materiale in appoggio, è molto utile  anche nelle case in affitto, dove il pavimento è vecchio, rovinato o semplicemente non piace. Nei locali in affitto l'ostacolo principale è dato quando la proprietà non vuole che il pavimento esistente sia cambiato, oppure quando la proprietà è d'accordo per cambiarlo, ma non vuole contribuire alla spese. In questi casi, pensare ad un pavimento flottante può essere una valida soluzione per mettere d'accordo le due parti.

La stessa soluzione è altrettanto valida per pavimentare locali  ad uso commerciale, come  laboratori, negozi e uffici.   

 

Le soluzioni per realizzare un nuovo pavimento in soprapposizione a quello vecchio sono tante. I materiali che permettono la posa senza colla sono:

lame pavimento laminato 72

Tra i pavimenti flottanti  troviamo i classici parquet prefiniti in legno, i pavimenti in laminato e gli LVT.

 

CONTINUA A LEGGERE >  RIVESTIRE IL PAVIMENTO | Senza togliere il vecchio

 

 

 

 

Tags: RISTRUTTURARE Interni, IDEE PAVIMENTI, PAVIMENTI IN APPOGGIO, PAVIMENTI DA SOVRAPPORRE

Stampa