128

PAVIMENTI INDUSTRIALI IN RESINA: PRO/CONTRO E SOLUZIONI ALTERNATIVE

I pavimenti industriali in resina sono la soluzione più comune nella riqualifica di qualsiasi tipo di pavimento industriale. Che si tratti infatti di una industria, un magazzino, un ambiente alimentare e via dicendo, la resina rappresenta la prima scelta (soprattutto per la sua popolarità). In questa guida andremo a vedere quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa pavimentazione, e quale alternativa oggi vi proponiamo.

 

PAVIMENTI INDUSTRIALI IN RESINA: I VANTAGGI

La resina è una pavimentazione valida, ma solo se vengono rispettate le sue condizioni di posa e utilizzo ideale, se questa viene posata su un pavimento sano, pulito, senza infiltrazioni di umidita’ e in un ambiente con basso rischio di caduta di oggetti contundenti (oltre che in ambienti trafficati da muletti gommati e non con ruote piccole e dure).

Importante è sottolineare, che una pavimento industriale in resina è da considerarsi tale, qualora venga scelto e posato un pavimento da almeno 3.5mm di spessore: bisogna considerare una semplice “verniciatura” invece, un pavimento in resina sotto quello spessore.

La resina resiste all’usura nel tempo, è di facile pulizia e non fa polvere (a differenza dei cementi). Risulta essere una ottima soluzione in ambienti sanitari o alimentari, e offre anche dal punto di vista estetico, una resa molto curata e di gusto.

 

RESINE PER PAVIMENTI INDUSTRIALI: GLI SVANTAGGI

Nonostante i suoi vantaggi, la resina ha innumerevoli aspetti da considerare prima di essere scelta.

Questa infatti necessita -come detto- di un sottofondo perfetto e ideale, deve essere idonea e compatibile con l’utilizzo finale, richiede importanti lavori di preparazione e applicazione e prevede una oggettiva difficoltà di riqualifica (che affronteremo nei paragrafi successivi). Nel dettaglio:

 

PAVIMENTI IN RESINA INDUSTRIALE: RIQUALIFICA

La riqualifica dei pavimenti industriali in resina è praticamente impossibile. La resina è a tutti gli effetti un film uniforme e compatto, non si tratta di un pavimento modulabile. Di conseguenza, qualsiasi danno su una qualsiasi parte del pavimento comporta in prospettiva l’indebolimento di tutto il pavimento. Una volta scheggiato o danneggiato, il pavimento in resina perde in solidita’: la frattura tende ad aprirli sempre di piu’ nel tempo fino ad obbligare un rinnovo totale del pavimento. Di conseguenza, bisogna considerare di “lavorare” su un pavimento sempre piu’ danneggiato, esteticamente brutto e difficile da pulire. Non a caso, il pavimenti in resina diventano quasi dei “costi fissi” per i clienti, in quanto circa ogni 8/10 anni devono essere riqualificati.

 

L'ALTERNATIVA AL PAVIMENTO IN RESINA : PIASTRELLE IN PVC TILE HD

Le piastrelle Tile HD in pvc nascono con lo scopo di risolvere i principali svantaggi delle pavimentazioni in resina, in quanto:

Diamo una consulenza senza impegno. Sara’ nostro piacere inviare una campionatura per poter provare e toccare con mano le Tile HD, la pavimentazione industriale definitiva.

Pavimenti industriali in pvc - Nanni Giancarlo

Stampa