Qual'è la migliore carta da parati?
Qual'è la migliore carta da parati?

QUAL'È LA MIGLIORE CARTA DA PARATI?

 
La carta da parati ha molte tipologie differenti, per tipo di supporto, superficie, stampa e lavorazioni. Ogni carta da parati è composta da più elementi, dove ogni singolo componente è importante per avere un prodotto di qualità. Cerchiamo di spiegare le differenze.
 

 

LE CINQUE DIFFERENZE PER DETERMINARE LA QUALITA' DELLA CARTA DA PARATI

 
Prima di tutto, quali sono gli aspetti che differenziano i vari tipi di carte da parati?
Sono tanti e, tra le caratteristiche più importanti, ne possiamo elencare 5  che sono alla base e che hanno un impatto diretto con la qualità, la tenuta nel tempo, l'aspetto estetico. Per poter determinare la migliore carta da parati  occorre proprio partire da qui.  Perchè non solo la carta da parati può avere diverse caratteristiche di qualità, ma anche aspetti molto più specifici, tra cui i due più importanti sono il grado di lavabilità e il comportamento in caso di incendio.  Non ultima anche la certificazione per il rilascio di sostanze volatili nell'aria (VOC\COV).
 
Quindi, partiamo dall'inizio e elenchiamo le 5 differenze sostanziali delle varie tipologie di carte da parati:
 
  1.     Tipo di supporto
  2.     Tipo di superficie
  3.     Lavorazioni
  4.     Prodotti utilizzati per la stampa
  5.     Vernici utilizzate per le colorazioni 
 
 
 
 
TIPOLOGIE CARTE DA PARATI QUALE LA MIGLIORE?
 
Le differenze tra le varie carte da parati sono date dai suoi componenti, dalla tipologia di lavorazione e dal materiale utilizzato. Esistono tantissime specie di carte da parati che si differenziano sotto molti aspetti. Le principali famiglie di carte da parati sono le seguenti:
 
  • Carta lavabile non vinilica: La più traspirante di tutte, ma la più delicata.  Adatta a camere da letto, ma non per ambienti dove si può sporcare facilmente.
  • Carta vinilica su fondo di cellulosa: Buona traspirabilità, facilmente lavabile e smacchiabile ad alcool. Adatta per tutti gli ambienti
  • Carta vinilica su fondo in TNT:   Più facile da posare in quanto la colla si può dare direttamente sulla parete.
  • Carta espansa: maggiore potere isolante, ma più delicata del vinilico. Non adatta per ambienti dove esiste il rischio di danneggiarla (hotel, corridoi, cucine...)
  • Fibra di vetro: Altissima resistenza agli urti, consolida molto bene le pareti. È  tinteggiabile per varie volte e completamente ignifuga.
  • Tessuto murale:  Offre un buon isolamento,  è un rivestimento esclusivo ma delicato.
  • Paglia e Fibre vegetali: Un rivestimento molto particolare e dallo stile naturale e ricercato
  • Telato plastico: Adatto ad applicazioni in ambienti dove è richiesta una lavabilità e resistenza superiori

 

 

COME RICONOSCERE LA MIGLIORE CARTA DA PARATI?

Come punto pricipale dobbiamo dire che non esiste "la migliore carta da parati" perchè tutto dipende dalle necessità, dal tipo di utilizzo, dalle aspettative.  Come non esiste la migliore automobile,  perchè se quello che cerchiamo è una soluzione economica che deve fare il suo lavoro, senza dover spendere, allora quella per noi sarà la migliore soluzione. Però, se dobbiamo invece utilizzare la carta da parati in una camera di hotel, in ufficio o dentro un negozio, dovrà avere caratteristiche di alta lavabilità, avere un comportamento certificato in caso di incendio e essere di qualità elevata e resistente.

Se invece deve essere utilizzata nella camera da letto o nella cameretta dei bambini, allora che sia stata testata e certificata per il rilascio di sostenz e nell'aria sarà un aspetto fondamentale, perchè non vogliamo vivere e dormire con un prodotto che potrebbe emettere composti volatili nell'aria che respiriamo, potenzialmente dannosi.

C'è un modo per capire tutti questi punti suddetti?  Certo che si!   Come ogni prodotto destinato agli ambienti interni, anche la carta da parato ha il suo documento di identità che riporta tutte le caratteristiche tecniche del prodotto. Basta chiederlo.

 

 

LA CARTA D'IDENTITA' DELLA CARTA DA PARATI

Per capire se una carta da parati è di ottima o buona qualità, se non la migliore che potremmo scegliere le caratteristiche tecniche possono essere molto d'aiuto.  E' qui che troviamo le informazioni sul tipo di supporto (se in carta o in tnt),  se è stata certificato il tipo di reazione al fuoco in caso di incendio, se è stata testata per il rilascio di formaldeide o altre sostanze pericolose, che potrebbero dare problemi alla salute, se contiene metalli pesanti o altri elementi dannosi.

Inoltre ci sono anche inforamzioni generiche come il grado di lavabilità, partendo da quelle che non sono lavabili fino a quelle che si possono smacchiare anche con l'alcool.  Come fare per capire il grado di lavabilità della carta da parati? Esistono delle icone che ce lo indicano inequivocabilmente.

Qui di seguito potete vedere un esempio:

Cararretistiche carta da parati fondo TNT


 
LAVABILITÀ DELLA CARTA DA PARATI
La maggior parte delle carte da parati in commercio sono lavabili, ma un modo semplice per sapere quanto sono lavabili è di leggere la  scheda tecnica e vedere se ci sono i simboli di qualità e caratteristiche: resistenza alla luce del sole - lavabilità - modalità di posa, pelabilità - resistenza al fuoco - qualità igi e marchio CE.
 
simboli collezioni carte parati nannigiancarlo
 
 
Il  simbolo con le ondine vi svelerà il grado di lavabilità della carta da parati.  Più in specifico, riportiamo di seguito la leggenda.
Le carte da parati di Nanni Giancarlo & C. sono resistenti,  lavabili e ignifughe.
icone carta lavabile
 
 
 
 

 
E' MEGLIO LA CARTA DA PARATI IN TNT?
Dipende.  Il tnt è l'acnonimo di "tessuto non tessuto" cioè un tessuto che non ha trama e ordito, bensì è costitutito da fibre pressate. Risulta essere di aspetto liscio e può essere utilizzato sia come supporto per la carta da parati vinilica, oppure può essere stampato direttamente. 
 
I vantaggi del tnt è che permette di essere posato stendendo la colla direttamente sul muro, ma è più sottile rispetto alla carta vinilica e meno lavabile. Inolte in tnt è  traspirante e aiuta a prevenire la formazione di muffe.   E' la tipologia più utilizzata nelle camerette dei bambini, perchè più naturale e meno costosa.  Perciò se si vuole una carta da parati più economica, più naturale, più leggera, la tappezzeria in tnt a stampa diretta va benissimo.
 
 
E' MEGLIO LA CARTA DA PARATI VINILICA?
Il vinilico è un tipo di carta da parati molto lavabile. Solitamente ha un aspetto lavorato, che più essere più o meno accentuato, più o meno il rilievo, più o meno goffrato. Si parte dal leggero effetto tessuto, in tinta unita o con decori, fino alle carte da parati viniliche spalmate, che hanno tantissime lavorazioni, anche a spessore e che risultano quasi in 3D.  La carta da parati vinilica può avere il retro (quello che va incollato a muro) in tessuto non tessuto o in paper back. 
 
I vantaggi della carta da parati vinilica sono quelli di una maggior lavabilità, una maggiore grammatura, cioè è più sostanziosa, se è vinilico solido è anche più resistente.  E' la tipologia più utilizzata in assoluto anche eprchè offre moltissima scelta.
 
 
 
 
E' MEGLIO LA STAMPA MECCANICA O LA STAMPA DIGITALE?
Le tecniche di stampa delle tappezzeria murali sono due, indipendentemente dal tipo di supporto su cui viene realizzata:
  • La stampa  meccanica è la tecnica più tradizionale. Permette di realizzare un prodotto ripetitivo, che si può sviluppare all'infinito, e lavorazioni in rilievo o goffrature.
  • La stampa digitale consente di sviluppare soggetti su grandi dimensioni e immagini personalizzate.
 
 
 
STAMPA TRADIZIONALE (MECCANICA A CILINDRO)
 
La carta da parati con stampa tradizionale viene eseguita su rotoli di larghezza variabile da 53 a 106 cm.  Essendo una stampa a rotativa, il  decoro è vincolato alla larghezza dei rotoli. Di conseguenza,  la carta da parati stampata con metodo "tradizionale" è forzatamente un decoro che si ripete.  Questo aspetto non è né meglio né peggio, è una particolarità. 
 
La particolarità che valorizza la carta da parati stampata tradizionalmente, è la possibilità di fare particolari lavorazioni in rilievo, utilizzando il metodo a "goffratura". Questi effetti goffrati, vengono ottenuti mediante un processo produttivo, che imprime sul parato una lavorazione ulteriore e la rende più o meno materica e più o meno in rilievo. Le carte da parati con lavorazioni goffrate, rendono più incisivo il decoro,  che diventa tattile oltre che visivo.  La carta da parati goffrata permette di poter giocare con lo spessore, creando un rivestimento di grande pregio. 
 
 Scegliere una carta da parati con stampa in metodo tradizionale è  una questione di gusto nel design,  i pattern e i disegni ripetitivi si sviluppano benissimo sulla carta da parati tradizionale, mentre i grandi formati  hanno necessità del digitale.  Per questa ragione spesso la carta da parati in stampa tradizionale viene scelta quando si realizza un intero arredamento delle pareti nel loro totale sviluppo, mentre nel digitale si fa una sola parete.
 
 
 
ESEMPI DI CARTE DA PARATI CON STAMPA TRADIZIONALE

 
 
 
 
 
STAMPA DIGITALE CON PLOTTER
La carta da parati con stampa digitale viene prodotta con un tipo di stampa elettronica, eseguita direttamente da PC, mediante macchine che lavorano tramite software e stampano con speciali inchiostri, su supporti lisci oppure  leggere strutture tipo canvas o tela di yuta.
 
La particolarità della carta da parati con stampa digitale è di sviluppare grandi disegni su grandi dimensioni, cioè immagini o design che si esprimono sull'intera parete e non si ripetono. La stampa, in questo caso, è eseguita su più pannelli che vengono assemblati in fase di posa in opera,  per poter formare il disegno completo.
 
La stampa digitale della carta da parati ha un altro vantaggio; quello di poter creare la carta da parati anche per un singolo ambiente. Ogni stampa infatti viene eseguita in modo univoco,  rendendo quindi illimitata la possibilità di personalizzazione.
 
 
 
ESEMPI DI CARTE DA PARATI IN STAMPA DIGITALE

 
 
 
 
 
 

RISPOSTE ALLE DOMANDE:

♥   Qual è la migliore carta da parati economca?  
→ Normalmente la carta da parati a stampa tradizionale.  
 
La carta da parati a stampa tradizionale  è la più economica perché la produzione avviene su grandi quantitativi, per cui i costi di stampa sono ammortizzati molto meglio e il costo si abbassa, mentre la carta da parati digitale viene fatta singolarmente,  un pezzo per volta, per cui i costi sono nettamente più alti.
 
 
♥  Qual è la migliore carta da parati materica ?
→ La carta da parati tradizionale
 
La carta da parati in stampa digitale non viene lavorata in rilievo, anche se si potrebbe, ma i costi di produzione sarebbero così elevati da renderla una opzione non valida. mentre la carta da parati goffrata a registro, essendo prodotta su grandi quantitativi, permette lavorazioni complesse di goffratura, come anche altri tipi di lavorazioni, tra cui glitter, iriodin e metallo.
 
 
♥  Qual è la migliroe carta da parati personalizzata?
→ È più semplice per la carta da parati digitale.
 
Quando si desidera una carta da parati personalizzata, meglio scegliere il metodo di stampa digitale. In effetti la carta da parati digitale nasce proprio da questa necessità. La carta da parati digitale permette di fare un unica lavorazione singola, per cui si può stampare ciò che si vuole, anche una fotografia.   Naturalmente si può personalizzare anche una carta da parati a cilindro, ma per poterlo fare occorre stampare grandi quantitativi, con un minimo 200 mq. e si ha comunque il vincolo della larghezza del supporto che può essere 53 cm. 70 cm. o 106 cm.  quindi la personalizzazione della carta da parati sulla stampa a cilindro, dovrebbe tenere conto di questo limite.  Per la medesima ragione, quando si devono stampare decorativi che si sviluppano su grandi superfici, cioè su singoli teli \ moduli più larghi di 106 cm.  (che attualmente è il limite della stampa tradizionale a cilindro),  si deve scegliere per forza la stampa  in digitale.
 
 
♥  Qual è la carta da parati più bella e scenografica?
→ Entrambe. 
 
La carta da parati è in grado di valorizzare gli interni in entrambe le tipologie di stampa. Entrambe le scelte sono valide, per cui è soltanto una questione di feeling personale e di saper interpretare stile ed esigenze dell'ambiente. Per uno stile  sobrio e su grandi superfici,  la carta da parati effetto tessuto, a righe, con piccoli o grandi pattern sarà estremamente elegante ed evergreen, mentre per una parete d'effetto, che deve attirare l'attenzione,  una carta da parati digitale sarà di sicuro impatto. 
 
Preferire un disegno a pattern o un disegno a grandi dimensioni è solo una scelta, legata al gusto personale e alla tipologia di arredamento.   In entrambi i casi le carte da parati hanno un elevato potere decorativo, sono  versatili e consentono di rinnovare le pareti in poco tempo e con grandi soddisfazioni. Moderna, classica, vinilica, lavabile, ignifuga, decorativa... sono soltanto alcune caratteristiche e aggettivi che si possono dare alla carta da parati.  La carta da parati è un prodotto con tante affascinanti sfaccettature.
 
 
♥  Qual la migliore carta da parati 3D?
→ La carta da parati a stampa tradizionale.
 
La stampa tradizionale è l'unica che attualmente permette di poter valorizzare il design attraverso tecniche di lavorazione che aggiungono valore al rivestimento.  Effetti materici, rilievi, glitterature ecc... sono tipiche delle carte da parati con stampa tradizionale.  L'unico effetto che si può ottenere anche sulla  carta da parati digitale è il metallizzato, stampando su supporti in argento e oro.
 



CARTA DA PARATI
STAMPA MECCANICA

DECORI PATTERN CON METODI TRADIZIONALI A ROTATIVA

Image

CARTA DA PARATI
STAMPA DIGITALE

STAMPA UNICA SU MISURA

Image
 
 
 

MAGGIORI INFO SULLA MIGLIORE CARTA DA PARATI
CONTINUA CON:
 

 

Pin It